Consiglio Pastorale

 CHE COS’E’?

La parrocchia viene definita come comunità di fedeli: per essere comunità vera, deve esprimere degli strumenti di corresponsabilità, che permettano ai fedeli di partecipare effettivamente alla sua missione.

A questo scopo è previsto il Consiglio Pastorale Parrocchiale.

È l’espressione della comunità parrocchiale che vive e cammina insieme.

Suo scopo è quello di esprimere concretamente la natura gerarchico comunionale della chiesa, e di permettere quindi la partecipazione dei fedeli, che attraverso il proprio sacerdozio battesimale partecipano allo svolgimento e alla programmazione della vita pastorale della Chiesa.

È segno di comunione e collaborazione tra Sacerdoti e laici e dei laici tra di loro.

È la risposta all’invito rivolto da Papa Giovanni Paolo II ai laici: “Siete Chiesa! … e lo dovete DIMOSTRARE anche con una aperta COMUNIONE e COLLABORAZIONE fra i vostri diversi carismi, le diverse forme di apostolato e di servizio, promuovendo la vostra integrazione nelle Chiese Particolari e nelle comunità parrocchiali, dove si riunisce e si raccoglie abitualmente la famiglia di Dio”.

CHE COSA FA?

Promuove, sostiene, coordina, verifica tutta l’attività pastorale della parrocchia, al fine di suscitare la partecipazione attiva delle sue varie componenti nell’unica missione della Chiesa: evangelizzare, santificare e servire l’uomo nella carità.

Ha carattere consultivo: è chiamato a porsi in ascolto del Signore che guida la sua Chiesa, a leggere i segni dei tempi alla luce della fede.

Fa costantemente riferimento ai principi Dottrinali e pastorali espressi dalla Chiesa universale e dalla Conferenza Episcopale Italiana, nell’osservanza delle norme dettate dal Diritto Canonico e delle disposizioni e indicazioni del Vescovo Diocesano.

Ha carattere rappresentativo.

Esso esprime l’intera comunità parrocchiale.

Ciascun membro, anche rappresentante di particolari realtà Ecclesiali, è chiamato a guardare alla vita della comunità nel suo insieme; così ogni soggetto particolare diventa un dono per l’edificazione dell’unica comunità.

DA CHI È FORMATO?

È formato da cristiani che sono chiamati a vivere l’esperienza di fede e comunione ecclesiale nella collaborazione e nel servizio.

Assieme ai membri di diritto: Parroco, vicario parrocchiale, rappresentante dei religiosi, eventuali diaconi, presidenti parrocchiali dei gruppi presenti in parrocchia, ne fanno parte membri eletti dalla comunità, e membri cooptati (qualora non fossero già stati eletti dalla comunità) cioè i rappresentanti dei Gruppi Parrocchiali eletti dai componenti dei gruppi stessi; per la nostra parrocchia sono:  catechisti, gruppo genitori, Doposcuola, gruppo famiglie, gruppo S Marta, Comitato del quartiere, Consiglio per gli Affari Economici della parrocchia. In poche parole, devono rappresentare uno specchio fedele del tessuto umano della parrocchia, per età, sesso, condizione sociale; normalmente rappresentano tutte le realtà, gruppi, movimenti ecc. eventualmente presenti in parrocchia.

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale dura in carica cinque anni.

Tutti i membri possono essere rieletti per un massimo di tre mandati.

Sono organi del Consiglio pastorale parrocchiale:

– l’Assemblea del Consiglio pastorale

– il Consiglio di presidenza

– le eventuali Commissioni.

CHI PUO’ VOTARE PER IL SUO RINNOVO?

Possono votare tutti i parrocchiani che abbiano compiuto i 16 anni di età.

CHI PUO’ ESSERE ELETTO?

Possono essere votati ed eletti tutti coloro che abbiano compiuto i 18 anni di età, purché siano di fede cattolica, vivano la vita della comunità, siano disponibili al servizio

MEMBRI DELL’ATTUALE CONSIGLIO PASTORALE:

  • Anna COCCAGNA
  • Annalisa FALCONI
  • Benedetta LAMOLINARA
  • Beniamino VALLE
  • Gabriella DI CANZIO
  • Giulia DELLI ROCILI
  • Maria Luisa DI BERARDO
  • Marinela TANKU
  • Maurizio VALENTINI
  • Patrizia DI LORETO
  • Rita SCACCIALEPRE